fbpx

Ipovisione

Ausili ottici: sistemi telescopici

Sistemi Galileiani e Kepleriani

L’ipovisione è una condizione di marcata e permanente riduzione della acutezza visiva che limita l’autonomia dell’individuo.

IPOVISIONE - TUTTO CIÒ CHE C'È DA SAPERE

Come già descritto per gli occhiali ingrandenti, i sistemi telescopici galileiani e kepleriani sono in grado di offrire ingrandimenti (anche abbastanza elevati nel caso dei Kepleriani) pur mantenendo una distanza di visione nettamente maggiore rispetto ad altri sistemi (ad esempio le lenti di ingrandimento).

Abitualmente contemplo l’utilizzo di tali sistemi soprattutto quando il paziente dimostra una spiccata esigenza per la visione a distanza (oltre 4 metri).
Nella mia pratica quotidiana raramente li ho consigliati per attività prossimali nonostante tali sistemi possano essere usati anche da vicino.

Sistema telescopico galileiano o kepleriano?

Quando vengono esercitati tali raffronti è di tutta evidenza che ogni sistema ha i suoi pro ed i suoi contro.
Ancora una volta la strada maestra per una scelta soddisfacente è la prova di tali sistemi nelle due versioni ed una valutazione delle esigenze del paziente.

I sistemi kepleriani permettono un ingrandimento ed un campo visivo maggiori, una buona formazione dell’immagine anche per oggetti vicini, ma l’immagine è capovolta e si rende necessario l’utilizzo di prismi raddrizzatori che rendono il sistema più lungo ed ingombrante.

I sistemi galileiani invece sono di dimensioni più ridotte, leggeri e poco costosi, tuttavia il campo visivo è più ristretto e il massimo ingrandimento possibile arriva poco oltre il 2X.

Sistemi Galileiani

Sistemi Kepleriani

Tendenzialmente entrambi i sistemi vengono usati monocularmente sull’occhio che conserva la maggior capacità visiva.
Tali sistemi possono essere montati su occhiali da vista mediante speciali lenti da innesto.
Nei casi in cui la visione binoculare sia ancora presente ed apporti un reale vantaggio alla visione globale del paziente, soprattutto con i sistemi galileiani può essere presa in considerazione la possibilità di montare il sistema su entrambi gli occhi.

Sistema galileiano Zeiss binoculare montato su occhiale

Sistema kepleriano Eschenbach usato monocularmente con gancio anulare

Eschenbach Galilei 2.2x

  • Campo visivo molto ampio, particolarmente adatto per consentire una lettura scorrevole
  • Particolarmente adatto per guardare la televisione
  • Comfort elevato grazie al peso ridotto (Peso 16g, con lente di innesto 22g)
  • Il sistema è regolato all’infinito, per la lettura vengono utilizzate le lenti ad innesto (vedi tabella)
  • Eccellente qualità di riproduzione ottica
  • Campo visivo 14°

Eschenbach Galilei 2.5x

  • Estrema adattabilità
  • Il sistema galileiano è regolato all’infinito, per la lettura vengono utilizzate le lenti ad innesto (vedi tabella)
  • Trattamento antiriflesso indurente di qualità della lente per obiettivo e oculare
  • Campo visivo 13°
  • Particolarmente adatto per guardare la televisione e per leggere (insieme alle lenti ad innesto)
  • Molto maneggevole grazie a un ampio campo visivo
  • Comfort molto elevato grazie a un peso estremamente ridotto: solo 11 grammi
Caratteristiche tecniche sistemi Galilei 2.2x e 2.5x a confronto

Eschenbach sistemi Kepleriani focalizzabili

  • Come monoculare da tenere in mano con l’ausilio di un gancio anulare
  • Integrato nella montatura portante come un occhiale telescopico
  • Elevata trasmissione della luce e brillantezza dell’immagine
  • Piccolo, leggero e discreto nell’uso
  • Alloggiamento in metallo di pregio con protezione antipolvere
  • Punto ravvicinato molto corto
  • Utilizzabile anche montato su montatura (occhiale) portante

Eschenbach Start Monofold 8 x 21

  • Trova impiego sia come ausilio visivo nel tempo libero sia per ipovedenti
  • Di piccole dimensione e pieghevole
  • Elevata trasmissione della luce e brillantezza dell’immagine
  • Sistema kepleriano con prismi Porro, con trattamento antiriflesso completo
  • Dimensioni, piegato: 7 x 4,5 x 2 cm
  • Corpo pieghevole in materiale sintetico antiurto

Eschenbach Microlux

  • Piccolo, leggero e quindi discreto
  • Trova impiego sia come ausilio visivo nel tempo libero sia per ipovedenti
  • Sistema kepleriano di prismi a tetto, con trattamento antiriflesso blu completo

Applicazioni professionali dei sistemi Telescopici Kepleriani e Galileiani

Di ottima fattura, anche per campi professionali (chirurgia e odontoiatria), sono i sistemi ingrandenti in medicina e tecnologia Zeiss.

Conclusioni

I sistemi telescopici offrono buone potenzialità per la visione dei pazienti ipovedenti. Il punto non sta però nella loro qualità, bensì nella loro difficoltà di utilizzo.
Come si nota questi sistemi vengono usati anche in campo medicale ovvero per lavori di altissima precisione.
Senza addentrarci troppo in tecnicismi, va considerato che i sistemi telescopici, sia galileiani che kepleriani, hanno una forte limitazione del campo visivo.
Inoltre, in quanto telescopi, ad ogni piccolo movimento di questi sistemi corrisponde un grande spostamento-oscillazione dell’immagine che si sta guardando.
Tutto ciò rende abbastanza ostico il loro utilizzo: in un recente passato, quando ancora i sistemi elettronici non avevano raggiunto il livello attuale (o più semplicemente ancora non esistevano!), forse gli unici pazienti ipovedenti che riuscivano ad usare con soddisfazione i sistemi telescopici erano di età molto giovane.
Il motivo è da ricercare nel fatto che essi avevano una capacità di adattamento che invece era praticamente assente nei pazienti adulti o anziani.
Per questi motivi, recentemente, noto molta più soddisfazione nei pazienti che utilizzano gli occhiali ingrandenti che, come spiegato, altro non sono che sistemi telescopici galileiani binoculari molto semplificati.


Per maggiori informazioni

Per essere ricontattato telefonicamente lasciaci un n° di telefono nel campo "Fai qui la tua richiesta"

Ti potrebbe interessare:

INTRODUZIONE AGLI AUSILI

LENTI DI INGRANDIMENTO

OCCHIALI INGRANDENTI

VIDEOINGRANDITORI