Ipovisione

Introduzione agli ausili ingrandenti: lenti di ingrandimento e videoingranditori

Il concetto di ingrandimento

Per aiutare le persone ipovedenti a vedere meglio possono essere adottate numerose soluzioni, anche molto differenti tra loro: lenti di ingrandimento, videoingranditori da tavolo, videoingranditore portatile, occhiali ingrandenti e occhiali prismatici.
Per il momento vorrei soffermarmi sui due principali sistemi largamente utilizzati dagli ipovedenti, le lenti di ingrandimento ed i videoingranditori.
Le particolari esigenze dei soggetti ipovedenti devono essere prese in considerazione al fine di prescrivere l’ausilio più idoneo. Nella mia pratica quotidiana cerco sempre di ponderare la scelta dell’ausilio non solo in base ai dati clinici relativi al residuo visivo, ma anche in base agli aspetti psicologici ed intellettivi del paziente, alle sue aspettative e necessità.

L’ingrandimento

La ricerca dell’ausilio per il soggetto ipovedente si basa essenzialmente su un concetto molto semplice: l’ingrandimento.

Avendo una acuità visiva residua bassa, ovvero avendo una scarsa capacità di distinguere i dettagli, l’unico modo per consentire il riconoscimento di ciò che si cerca di vedere o leggere, è appunto l’ingrandimento. Senza voler entrare troppo in tecnicismi, una lente di  definita 2x, ingrandisce di due volte ciò che si sta guardando: una 3x ingrandisce di tre volte e così via.

Ingrandimento troppo elevato

Da questa semplice considerazione si potrebbe evincere come una 10x sia molto meglio di una 2x, ma spiegherò come il ‘meglio’ ed il ‘peggio’ siano assolutamente relativi e che la scelta dell’ausilio debba avvenire ponderando non solo la sua potenza, ma anche la sua fruibilità.
Innanzitutto dobbiamo tenere presente che da un punto di vista realizzativo e costruttivo, man mano che l’ingrandimento aumenta, man mano la lente diventa spessa e pesante.
Sebbene questo possa non essere considerato un problema, è bene ricordare che proprio in virtù di questo rapporto molto stretto tra ingrandimento e spessore, non possono esistere lenti ad alto ingrandimento con diametri (campi di visione) elevati.

Infine è da ricordare come le lenti per lettura con forte ingrandimento richiedano una distanza di messa a fuoco molto ravvicinata e ben poco margine di movimento della mano stessa che la impugna.

Da queste considerazioni ne consegue che vada sempre preferito l’ausilio visivo che con il minor ingrandimento consenta al soggetto di svolgere l’attività richiesta.

Nell’immagine abbiamo tre lenti di ingrandimento MOBILUX LED di Eschenbach di diversi poteri: partendo dall’alto una 3,5x, 6x, ed una 10x. Come si nota man mano che l’ingrandimento aumenta, diminuisce il campo visivo a disposizione.

Indipendentemente dall’ingrandimento, tali lenti sono da preferire alle semplici lenti in quanto oltre ad avere una qualità ottica eccellente, hanno una luce LED che serve ad illuminare il testo che si intende leggere.

Ausili ingrandenti: lenti di ingrandimento VS videoingranditori

Come accennavo prima, sia da un punto di vista realizzativo sia da un punto di vista di fruibilità, le lenti di ingrandimento per ipovedenti presentano dei limiti.
Se il soggetto ipovedente necessitasse maggiori ingrandimenti per riuscire (ad esempio) a leggere, molto probabilmente anzichè affidarsi a lenti a forti ingrandimenti (7x o oltre) potrebbe essere opportuno andare verso ausili visivi elettronici  (videoingranditori per ipovedenti).

I videoingranditori

I videoingranditori portatili o da tavolo sfruttano l’ingrandimento elettronico di una videocamera che riprende lo scritto da leggere e riesce a spingersi verso ingrandimenti anche molto elevati (anche oltre 15x).
L’immagine non è più vista direttamente attraverso una lente, bensì è proiettata o trasmessa su schermi LCD o LED che, tra l’altro, negli ultimi anni sono divenuti davvero performanti e di grande qualità.

Nella prossima figura viene fatta una comparazione fra un sistema elettronico ed uno ottico (entrambi da appoggiare sulla pagina) che hanno dimensioni analoghe ma modalità di utilizzo e potenzialità molto differenti.

Sistema ingrandente elettronico
(videoingranditore)

Eschenbach Smartlux videoingranditore
Ingrandimento (variabile) fino a 15x
Schermo LCD

Sistema ingrandente ottico

Eschenbach Visolux+
ingrandimento (fisso) 3x
Visione attraverso la lente


  • Daniele Corsini

    Daniele Corsini
    È ottico-optometrista e collabora da 20 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista e della prescrizione di lenti Zeiss e progressive. E’ responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) e nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato coordinatore del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.


Per maggiori informazioni

  • Scegli
  • 9:00 - 10:30
  • 10:30 - 12:30
  • 12:30 - 16:00
  • 16:30 - 17:30
  • 17:30 - 19:30
  • Sempre diponibile
  • Nothing found

Ti potrebbe interessare:

Ausili ottici Sistemi telescopici

SISTEMI TELESCOPICI

occhiali ingrandenti ausili per ipovedenti

OCCHIALI INGRANDENTI

Videoingranditori per ipovedenti

VIDEOINGRANDITORI