Ipovisione

Ipovisione Definizione e classificazione

Diversi modi per classificare la visione ridotta.

Criteri di classificazione dell'ipovisione

Esistono diversi modi per classificare l'ipovisione.

La cecità, o non visione, è presente quando non è percepita la luce.
La cecità legale è presente quando la percezione, seppur ridotta (meno di 1/10 con la miglior correzione nell’occhio con maggiore acuità), non permette una sufficiente autonomia del soggetto.

La stessa condizione è associata ad una riduzione del campo visivo (<30°), in tal caso la visione è detta a tunnel.
Il paziente che presenta un residuo visivo non superiore a 3/10 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore e/o presenta un residuo perimetrico binoculare inferiore al 60%, è definito ipovedente.

I soggetti ipovedenti sono prevalentemente localizzati nella fascia d’età 65-85 anni.

Ipovisione: criteri basati sull'acuità visiva residua

 

TIPO VISIVO RESIDUO VISIVO O ACUITÀ VISIVA
deficit visivo
TIPO LETTURA
Visione quasi normale tra i 7/10 ed i 3/10 L’attività di lettura è normale ma ad una distanza ridotta
Ipovisione moderata tra i 3/10 e 1/10 La lettura è normale solo mediante l’utilizzo di ausili visivi ingrandenti
Ipovisione severa tra 1/10 e 1/20 La lettura è più lenta anche con l’utilizzo dell’ausilio, tuttavia la funzione visiva residua è ancora predominante rispetto all’ausilio
Ipovisione grave tra 1/20 e 1/50 Ausili visivi indispensabili per la lettura

Ipovisione: criteri basati sul campo visivo residuo

 

Come si è già detto, l’acuità visiva non è l’unico indice con il quale possiamo identificare un ipovedente. Molte volte la visione risulta essere anche ridotta per quanto riguarda il campo visivo (campo visivo con scotomi o riduzione tubolare):

PERDITA DI CAMPO VISIVO
perimetria
AMPIEZZA CAPACITÀ
Lieve Tra 11° e 30° L’orientamento e la capacità di muoversi sono ridotte modestamente, ma è necessaria una maggiore attenzione per evitare gli ostacoli
Severa Tra 6° e 10° Il soggetto deve porre un’attenzione continua nella deambulazione, può essere utile un bastone da passeggio
Grave Tra 3° e 5° L’utilizzo di un bastone è indispensabile per la deambulazione
Cecità Inferiore a 3°


Altre funzioni importanti sono:

  • Visione al buio
  • Discernimento dei colori
  • Visione stereoscopica
  • Sensibilità all’abbagliamento
  • Sensibilità al contrasto

Per maggiori informazioni


  • Daniele Corsini

    Daniele Corsini
    è ottico-optometrista e collabora da 20 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista e della prescrizione di lenti Zeiss e progressive. E’ responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) e nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato coordinatore del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.


Ti potrebbe interessare:

occhio ipovedente principali cause

PRINCIPALI CAUSE DI IPOVISIONE

Ipovisione Ausili ingrandenti occhiali

INTRODUZIONE AGLI AUSILI INGRANDENTI

psicologici ipovisione

ASPETTI PSICOLOGICI