Visione al computer

Ergonomia al computer

Linee guida per una corretta ergonomia al computer


La corretta ergonomia al computer

Chiunque utilizzi un computer per periodi prolungati senza una corretta ergonomia (sul posto di lavoro , a scuola, a casa o per il divertimento) è a rischio di mal di testa, bruciore agli occhi, occhi rossi, torcicollo. Questi sintomi che compongono la sindrome da visione al computer

Ecco la buona notizia: è possibile ridurre il disagio informatico, diventando più consapevoli del proprio corpo durante il lavoro al computer e regolando la propria workstation con precise linee guida che, nel loro insieme, prendono appunto il nome di ergonomia del computer.

Definizione di ergonomia al computer

L’ergonomia è l’insieme delle analisi sull’organizzazione del lavoro in funzione delle possibilità psico-fisiche dell’uomo. Lo scopo è quello di fornire le migliori soluzioni in grado di preservare la salute del lavoratore, nella interazione fra quest’ultimo, la macchina e l’ambiente, e di conseguenza accrescere l’efficienza e la sicurezza sul posto di lavoro.

Ergonomia al computer: linee guida

Una scorretta ergonomia al computer può produrre la sindrome da visione al computer, una serie di sintomi fra i quali male al collo e mal di schiena

Puoi tuttavia seguire questi semplici suggerimenti studiati per ridurre il rischio di stress, di dolori articolari e muscolari, e ovviamente ridurre i sintomi della sindrome da visione al computer.

  • Siediti in modo che testa e collo siano in posizione verticale e in linea con il busto e non piegati verso il basso o inclinati all’indietro.
  • Cerca di avere una posizione frontale rispetto allo schermo del computer: avere lo schermo posto lateralmente produce, a lungo andare, problemi su collo e schiena.
  • Tieni i gomiti comodamente vicino al corpo.
  • Predisponi display del computer in modo che la parte superiore dello schermo sia pari o leggermente al di sotto degli occhi. Questo ti permetterà di visualizzare lo schermo senza piegare il collo.

  • Regola la posizione del display per evitare i riflessi dell’illuminazione ambientale (luci artificiali, fonti di luce da finestre).
  • Tieni il mouse vicino alla tastiera.
  • Posiziona il monitor abbastanza vicino agli occhi in modo da poter leggere comodamente il testo sullo schermo senza sporgerti in avanti. Oppure trova un giusto compromesso tra questa distanza e la dimensione del font utilizzato.
  • Utilizza un auricolare o cuffie per avere le mani libere quando parli al telefono e contemporaneamente lavori al computer.

Come sedersi per una corretta ergonomia al computer

  • Gli avambracci, i polsi e le mani formino un angolo di 90 gradi con le braccia.
  • Le cosce siano parallele al pavimento e le gambe siano perpendicolari al pavimento.
  • Polsi e palmi non dovrebbero trovarsi su spigoli vivi.
  • Se indossi lenti bifocali o progressive, dovresti essere in grado di visualizzare comodamente lo schermo senza inclinare la testa indietro. Se così non fosse, ti suggerisco questa lettura sulle lenti da ufficio Zeiss o su lenti per computer e dispositivi digitali.

Allena la tua vista con questi suggerimenti di visione e postura.

Ricorda che un prolungato lavoro al computer – anche in una postazione di lavoro ideale – è stressante per il corpo ed occhi.
Per alleviare questo stress cerca di fare pause frequenti!
Ti bastano pochi minuti per allungare le braccia e la schiena e lasciare che i tuoi occhi focalizzino un oggetto in distanza per qualche istante. Inoltre, ammicca pienamente e frequentemente per ridurre il rischio di occhi secchi dall’uso del computer. Se necessario, utilizza lacrime artificiali per inumidire e lubrificare i tuoi occhi secchi.

Vuoi aumentare la produttività e precisione al computer?
Aumenta la tua dimensione del carattere.

Se vuoi saperne di più su produttività lavorativa, clicca qui.

Per concludere puoi approfondire le normative che regolano il lavoro al videoterminale.


  • Daniele Corsini

    Daniele Corsini
    è ottico-optometrista e collabora da 20 anni con Viggi Ottici occupandosi delle misurazioni della vista e della prescrizione di lenti Zeiss e progressive. E’ responsabile della parte ‘LOW VISION’ (ipovisione) e nell’utilizzo di sistemi ingrandenti elettronici e telescopici. Dal 2005 al 2010 è inoltre stato coordinatore del centro di chirurgia refrattiva (LASER) presso l’Ospedale Privato Accreditato di Villa Laura, a Bologna.


CONTATTACI

Ti potrebbe interessare:

Computer luce blu

LUCE BLU

Servizio viggi ottici lenti da ufficio

LENTI DA UFFICIO

Occhiali più schermo sfondo

10 CONSIGLI